MENU

Arrivo a casa della sorella dello sposo di buon mattino, e subito mi accolgono il sorriso e la cordialità di una bella famiglia siciliana doc.
Respiro l’odore di dolcetti di pasta di mandorle messi sul tavolo in tutto il loro splendore, avvolto in un festoso andirivieni dei parenti di Vincenzo, che si stanno facendo belli per la festa che li attende.
Mi fermo a parlare con il papà di Vincenzo, una di quelle belle figure di una volta, che ormai pensi esistano solo nei film o nei nostri libri di storia, ma invece è vero e, pur nella mia difficoltà nel comprendere il suo dialetto siciliano strettissimo, mi spiega come si senta orgoglioso per il traguardo raggiunto dopo una vita spesa a lavorare la sua terra.

Sì, la sua terra, quella Sicilia talvolta piena di contrasti ma esuberante di bellezza, quella bellezza che puoi contare in ogni singola ruga sul volto di quest’uomo, emblema di quell’Italia che ci dovrebbe riempire di orgoglio, quell’Italia che anche in mezzo alle difficoltà si rimbocca le maniche e con le sue forze cammina a testa alta. Un solo pensiero mi viene in mente : non c’è crisi che tenga, se ci impegniamo e lavoriamo con passione, con la nostra creatività ed il nostro impegno, ne veniamo sempre fuori a testa alta !!!
Basta con il piangersi addosso e nel mortificarci davanti al mondo : questa famiglia è la dimostrazione che possiamo andare in giro fieri di noi stessi.

La giornata scorre piacevolmente e nonostante la pioggia torrenziale dell’inclemente primavera fiorentina, portiamo a casa un ottimo servizio fotografico per gli sposi. Immagini prese nei bellissimi spazi antistanti la fattoria di Travalle a Calenzano.

Il ricevimento ha luogo all’interno della suggestiva limonaia della fattoria, dove ci attende un magnifico tavolo imperiale che di lì a breve, sarebbe diventato il teatro di un singolare ed inattesa disfida…

Complice la buona tavola e qualche buon bicchiere, gli amici ed i parenti di Donatella e Vincenzo, iniziano una singolare gara di cori in rima e di stornelli, in rigorosamente in dialetto, che magicamente ci catapultano per trenta minuti nell’isola simbolo del nostro sud più vero !!!

Ancora una volta, grazie a questo lavoro, torniamo a casa con qualcosa in più nel cuore rispetto a quanto possiamo aver provato a dare.
Grazie agli sposi ed alle loro famiglie, per aver condiviso le loro emozioni ed il loro sorriso con noi. Il ricordo del giorno più bello di Donatella e Vincenzo è affidato a un album di matrimonio SenzaPosa.

Maurizio Mannini

 

Commenti

[…] e Daniele, mentre scoprono per la prima volta il loro album di nozze tanto desiderato, ripaga di tutto il lavoro fatto e ti riempie di incredibile […]

Lascia un commento

CLOSE